Il primo passo del storia della nostra Fondazione è costituito da un tempietto costruito sul Pubblico Passeggio per salvare un’immagine mariana.

Il nome di quest’immagine “Madonna della Bomba” risale alla battaglia del 1746, anno di “disastri e miserie” perché a Piacenza si scontrano le truppe franco-spagnole ed austro-tedesche. 

Lo scontro tra i due schieramenti fu un massacro. Lo storico Giarelli scrive: “Più che una battaglia fu una carneficina. Il campo dopo il conflitto, incuteva terrore: stillavano letteralmente sangue anche gli arbusti! Tutte le maggiori Chiese di Piacenza erano convertite in tanti Spedali; oltre a detti luoghi occupati, si aggiungevano le case de’ cittadini ed i monasteri. La mortalità nei feriti fu grande”.

È in questo contesto che una palla di cannone colpisce l’effige della Madonna che era stata dipinta sul muro di una modesta casa costruita a ridosso delle mura rinascimentali. Poteva essere una tragedia, mentre invece l’affresco trattenne il proiettile rendendolo inoffensivo. La gente, che aveva  già aveva una particolare venerazione per questa immagine, da allora la ritenne miracolosa e a lei rivolse le proprie suppliche.

Ed è  proprio verso questa immagine che nutre una particolare devozione il giovane Francesco Torta; e a lei ricorre quando, alunno del seminario, viene chiamato per il servizio militare. 

Lui stesso scrive “Mentre vivevo sicuro di non essere soggetto alla leva, nel maggio [1884] venni avvertito che invece dovevo fare il militare. Fu un colpo tremendo tanto che mi sembrava (esagerazione!) miglior cosa morire che andare sotto le armi. Mi raccomandai alla Madonna della Bomba, alla quale promisi che, se mi salvava, avrei, appena mi fosse stato possibile, innalzato un sacello davanti alla sua immagine. E la Mamma mi salvò. Il 29 settembre di quell’anno venni senz’altro riformato definitivamente”.

Francesco Torta poté così terminare gli studi e, ordinato sacerdote, nel 1894, con l’approvazione e un piccolo contributo del Vescovo Scalabrini, mantenne la promessa fatta.

Tratto da Un secolo di “carità”

logo mdb bianco


FONDAZIONE MADONNA DELLA BOMBA SCALABRINI ONLUS

Via Pubblico Passeggio, 52 - 29121 - Piacenza

Tel. 0523/326111          Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.          Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

5xmille